10. Frank Zappa

Nato il 21 dicembre 1940 a Baltimora, Frank Zappa non era solo un grande chitarrista, non era solo un grande musicista rock estremamente prolifico (la sua discografia è immensa: più di 80 album), non era solo un intelligente provocatore: era innanzi tutto un grandissimo musicista, la cui grandezza è stata riconosciuta (caso più unico che raro, per un artista di estrazione rock) da grandi autori di musica “colta” come Karlheinz Stokhausen, o Pierre Boulez.

Quest’ultimo ha detto di lui: “Come musicista era una figura eccezionale perché apparteneva a due mondi: quello della musica pop e quello della musica classica. E non è una posizione comoda”.

Scomparso il 4 dicembre 1993 a Los Angeles a soli 53 anni, Zappa era insomma uno dei geni più importanti della musica moderna, capace di passare dal rock alla musica “classica”, dalla parodia al jazz, da Stravinsky alla sperimentazione pura, dall’elettronica all’oltraggio. Sempre inventando, creando, andando oltre le mode e le tendenze.